Frammenti di un insegnamento sconosciuto – P. D. Ouspensky

Acquista il libro al seguente link, contribuirai alle nostre iniziative. https://shop.cavouresoterica.it/products/frammenti-di-un-insegnamento-sconosciuto-p-d-ouspensky

“Frammenti di un insegnamento sconosciuto” è una lucida esposizione dell’aspetto pratico dell’insegnamento di Gurdjieff. Un totale approfondimento dei problemi della vita e delle norme più dirette ed elementari per rendere migliore l’esistenza dell’uomo.
È la testimonianza di otto anni di lavoro (dal 1915 al 1923) di Ouspensky, filosofo russo, come discepolo del mistico armeno G. I. Gurdjieff. Comunemente riconosciuta come la più completa esposizione del Sistema di Gurdjieff, questo libro è considerato fondamentale da molti seguaci contemporanei della Quarta Via, che lo utilizzano spesso per introdurre i nuovi studenti alle idee di Gurdjieff.
Nel libro compare per la prima volta il simbolo dell’enneagramma. Nel libro l’autore ripercorre il processo di apprendimento del “Sistema” insegnato da George Gurdjieff, che lo portò in seguito a condurre diversi gruppi di ricerca e studio. In tutto il libro, Ouspensky non si riferisce esplicitamente al signor “Gurdjieff”, ma utilizza soltanto l’iniziale “G”. È comunque risaputo che il signor “G.” fosse George Gurdjieff, che insegnò al filosofo russo un antico sistema “esoterico” di auto-sviluppo comunemente noto come la Quarta Via.

P. D. Ouspensky, nacque a Mosca nel 1878. I suoi libri rivelarono la sua grandezza come matematico e pensatore e il suo vivo interesse per i problemi dell’esistenza umana. Dopo l’incontro con Gurdjieff nel 1915, concentrò il suo interesse sullo studio pratico dei metodi per lo sviluppo della consapevolezza.
Il suo primo libro, La Quarta Dimensione (1909), orì un contributo alla teoria matematica; ma furono Tertium Organum (1912) e Un Nuovo Modello dell’Universo (1914) i titoli che rivelarono la sua levatura come pensatore e la sua profonda preoccupazione per il problema dell’esistenza dell’uomo. L’incontro con Gurdjie nel 1915 segnò un punto di svolta nella vita di Ouspensky. Da quel momento il suo interesse si incentrò sullo studio pratico del metodo per lo sviluppo della coscienza nell’uomo, così come lo espose in Frammenti di un Insegnamento sconosciuto, ne L’Evoluzione interiore dell’uomo (entrambi pubblicati dopo la sua morte nel 1947) e ne La Quarta Via (1957). Tali metodi vengono trattati anche nel libro Incontri con il Maestro. Pubblicato nel 1947, La strana vita di Ivan Osokin fu l’unico romanzo di Ouspensky, benché egli scrisse anche due brevi storie pubblicate sotto il titolo di Colloqui con un Diavolo. Altri libri dell’autore (in lingua inglese) sono Letters from Russia e Conscience: The Search for Truth, una collezione di saggi. P. D. Ouspensky morì in Inghilterra nel 1947.